COMUNICATO STAMPA

CONFCOOPERATIVEFEDERSOLIDARIETÀ PUGLIA

LEGACOOPSOCIALI PUGLIA FISM PUGLIA

FORUM TERZO SETTORE

ASSOCIAZIONE ACSEMI

 

LA REGIONE PUGLIA CHIUDE I SERVIZI EDUCATIVI PER L’INFAZIA E L’ADOLESCENZA

MIGLIAIA DI LICENZIAMENTI E FAMIGLIE SENZA ASILI NIDI E SERVIZI DI SUPPORTO PER LE FASCIE DEBOLI DELLA POPOLAZIONE.

 

 

IL PRESIDENTE EMILIANO INTERVENGA

COMUNICATO STAMPA

 

I sottoscritti enti congiuntamente denunciano una situazione ormai insostenibile per tutti i servizi educativi per i minori della Regione Puglia. L’assessorato al Welfare, settore servizi minori e famiglie, appare inequivocabilmente responsabile del ritardo nell’applicazione dell’azione 8.6 del FSE 14/20 e il tutto sistema è costretto a chiudere.

 

Sono 500 le Strutture Educative per minori che accolgono 10.000 bambini e occupano oltre 5000 persone, per il 95% donne, che stanno accogliendo i minori già dal Primo settembre così come previsto dall’avviso rivolto alle famiglie, ma non possono fatturare le loro prestazioni per i ritardi Regionali.

Dal prossimo mese di febbraio, tutti i Servizi saranno costretti a richiedere alle famiglie il pagamento dell’intera retta; ciò comporterà verosimilmente la rinuncia alla frequenza dei propri figli con la conseguenza di dover chiudere il servizio già dal prossimo mese.

 

Siamo consapevoli che è necessario il controllo rigoroso dell’ufficio al Welfare per qualificare i servizi rivolti alle famiglie ma i tempi dei procedimenti amministrativi previsti dalla Legge e dagli stessi provvedimenti regionali devono essere rispettati. L’ufficio al Welfare non può considerarsi esente da responsabilità, anche gravi, visti i ritardi amministrativi accumulati.

Invitiamo caldamente, pertanto, la Regione al rispetto dei termini, già ampiamenti scaduti da mesi, e chiediamo il riconoscimento di indennità alle strutture in sofferenza che consenta, a stretto giro, di pagare lo stipendio a migliaia di operatori.

Sono 30 milioni di euro i fondi europei assegnati come prima assegnazione per l’a.e. 20/21 alle famiglie per garantire un accesso a servizi estremamente costosi a cui dovranno essere aggiunti almeno altri 20 milioni.

Al Presidente Emiliano, che ha trattenuto a sé la delega fino ad oggi e al nuovo Assessore dott.ssa Barone, chiediamo di intervenire per risolvere già nei prossimi giorni e senza ulteriori indugi la questione, nonché di assegnare, altrettanto immediatamente agli Ambiti le ulteriori risorse necessarie, affinché non siano sempre i lavoratori privati e le famiglie a pagare per gli ingiustificati ritardi della P.A..

 

 

 

Il Presidente Regionale FISM Puglia

 Fabio Daniele

Presidente Confcooperative Federsolidarietà Puglia

Daniele Ferrocino/Carla Calabrese

Lega coop Sociali Puglia

Massimiliano Maggio

Portavoce Forum Terzo Settore

Carlo Rubino (delegato)

A.C.S.E.MI. Bari

Orazio Nobile

Il Presidente Soc. Coop. Sociale ONLUS "IL MARSUPIO"

Marino Marasciuolo
   

 

 

 

 

 

 

 

© 2020 IL MARSUPIO Soc. Coop. Sociale ONLUS.Tutti i diritti riservati. Designed By WarpTheme

PIATTAFORME

La scuola ha a disposizione diverse piattaforme per svolgere funzioni specifiche. Cliccare sull'icona per accedere.

APP

INTRANET